Category

// il blog: Il furgoncino di Medea
OTT
04
2017

La prostituzione come fenomeno di sostituzione simbolica – di Bruno Milone

  In Italia, la prostituzione come prestazione sessuale a pagamento non è vietata. La prostituta è considerata una vittima, quindi vengono puniti i comportamenti che favoriscono, sfruttano o inducono alla mercificazione del sesso, non le donne che ne sono coinvolte. Le stime
COMMENT 0
SET
26
2017

“Arte Civile” – di Gianpiero Borgia

Medea per strada non è semplicemente uno spettacolo: è un’esperienza che ci ha attraversato e che speriamo attraversi e scuota allo stesso modo anche il pubblico che ci segue. Abbiamo provato a leggere e a raccontare, oltre la superficie, la storia di alcune migliaia di esseri
COMMENT 0
SET
15
2017

Medea a Lecce: via A. Diaz, via M. d’Otranto, via Don Bosco, piazzale Rudiae, Via Acquaviva, Viale Grassi e dintorni.

Dalla quantità di nomi di strade inclusi nel titolo, si capisce che Lecce non è stata una tappa facile. E comunque ne mancano molti di nomi ma a segnalarceli ci hanno pensato i cartelli  all’ingresso delle vie limitrofe, come quello nella foto. Conseguenza di questi
COMMENT 0
SET
02
2017

Medea a Todi – Statale 448, detta “Orvietana”

Siamo al Festival di Todi da due giorni. E’ difficile comprendere le dinamiche della prostituzione quì. Tra le strade tortuose, in mezzo ai meravigliosi boschi umbri, si affacciano tra i cespugli al ciglio della strada, roulotte e camper che poi magicamente la sera
COMMENT 0
APR
19
2017

Medea a Milano – Viale Zara, Viale Novara e quartiere Figino

Milano, 18 aprile 2017, uscita notturna con Caritas “Medea è a Milano al Teatro Libero da una settimana. Ieri notte una operatrice della Caritas mi ha dato la possibilità di fare con loro un’uscita notturna. Il loro approccio è diverso dai ragazzi di Oasi2 di Trani.
COMMENT 0
OTT
10
2016

Il giorno in cui nacque “Medea Per le Strade d’Italia” – Statale 231

Barletta, 7 settembre 2015, Statale 231, Corato (BA) Da Barletta, io e Gianpiero, percorriamo la statale 231 in direzione Bari. Quasi ogni piazzola di sosta, ogni stradina che porta verso la campagna, è occupata da prostitute. rumene, bulgare, nigeriane, brasiliane e anche